Il successo di un progetto BI

DA CHE COSA DIPENDE IL SUCCESSO DEI NOSTRI PROGETTI DI BUSINESS INTELLIGENCE?

I dati rappresentano oggi una risorsa inestimabile per qualsiasi attività, un vero e proprio patrimonio da conservare e saper sfruttare per prendere decisioni ragionate e orientarsi all’interno di una società sempre più competitiva.

La quantità di dati prodotta ogni giorno è indipendente dalla grandezza del business considerato e non intende arrestarsi, aumentando anno dopo anno.

Come fare per ottenere quindi un vantaggio competitivo dall’utilizzo dei dati? Sviluppando un progetto di Business Intelligence che tenga conto dell’impiego dei nuovi strumenti ed estragga valore da un prodotto inizialmente allo stato grezzo. I dati, infatti, non sempre sono pronti all’uso, ma hanno un valore intrinseco che necessita di essere esplicitato, raffinato, un po’ come succede al petrolio.

I nostri progetti di Business Intelligence lavorano proprio in questo senso, raccogliendo, selezionando, filtrando e trasformando i dati in informazione e l’informazione in conoscenza utile a ottenere vantaggi competitivi concreti.

Ma vediamo da cosa dipende il successo di un progetto di BI e come lo implementiamo al meglio.

Ascoltare i dati e costruire una strategia

La prima cosa che consigliamo di fare per non fallire è ascoltare i dati e concentrarsi anzitutto sul problema e poi sugli obiettivi a breve e lungo termine e sul target di riferimento. Solo se si parte dalla radice si arriverà alla meta, alla soluzione.

Per questo elaboriamo una strategia, un piano d’azione e di analisi ben definito. Al contrario, l’assenza di un piano strategico e di un’analisi esperta, oppure il fai-da-te, che vediamo spesso in giro, porteranno solo a grandi dispendi di tempo, energie e a costi più ingenti.

Abbandonare le vecchie tecnologie e seguire il cambiamento

Concetti come big data, business intelligence, data analytics sono piuttosto moderni e seguono un’evoluzione continua.

Un buon progetto di BI per non essere fallimentare dovrebbe stare al passo con i tempi e liberarsi dalle catene di una tecnologia vecchia, lenta e, spesso, obsoleta, per abbracciare l’innovazione e l’utilizzo di strumenti all’avanguardia. Per questo tutti i nostri progetti vengono proposti con tecnologie di ultima generazione, invitando le aziende ad aggiornarsi di conseguenza nel caso avessero ancora strumenti datati. L’aggiornamento degli strumenti è fondamentale e necessario se si vuole progredire e arrivare a risultati in linea con le proprie esigenze aziendali e con i concorrenti.

Ottimizzare i tempi

Viviamo in un mondo di persone indaffarate, in cui il tempo non solo scarseggia, ma è sacro e ogni perdita significativa ci allontana dal successo.

Ottimizzare i tempi è dunque uno degli obiettivi da tenere in considerazione all’inizio del processo. Non solo le nostre soluzioni BI sono efficaci, ma generano report in tempi rapidi, senza scadere di qualità. Così facendo si riducono le possibilità che gli utenti guardino a metodi “tradizionali”, obsoleti, considerati più veloci, ma non per forza più ottimali e qualitativamente migliori. I dati hanno bisogno di un ambiente ideale per funzionare al meglio.

Facilitare l’esperienza dell’utente con un’interfaccia efficace

L’interfaccia utente è uno dei fattori da considerare quando si sceglie lo strumento software per un progetto di BI. Un’interfaccia efficiente è un’interfaccia che permette una visione agevolata dei dati e che è facile e intuitiva da usare. I nostri progetti seguono le preferenze d’uso dell’utente e gli semplificano la vita.

Diffondere la cultura del dato e combinare le competenze

La formazione in azienda è un investimento da considerare se si vuole progredire verso risultati sempre più impattanti. Approfondire, informarsi, diffondere la conoscenza tra i dipendenti attraverso una comunicazione costante è condizione necessaria per sfruttare a pieno le potenzialità degli strumenti software scelti per il proprio business e superare insieme le difficoltà tecnologiche.

La cultura del dato unita alla nostra elevata combinazione di competenze può rappresentare la chiave per raggiungere il successo aziendale e ottimizzare le prestazioni. Una potenzialità da non sottovalutare: per questo formiamo le aziende da oltre 15 anni e coltiviamo la cultura del dato con corsi dedicati. Non avere idea di cosa sia la Business Intelligence oggi rischia di causare rallentamenti e inutili perdite nel panorama economico aziendale.

Monitorare e non fermarsi al primo risultato

I processi di Business Intelligence sono circolari. Dalla raccolta all’analisi, al monitoraggio, non si smette mai di avere a che fare con i dati. Nuovi indici di performance, nuovi grafici, nuovi algoritmi di ottimizzazione rendono la BI un piacevole viaggio. Tra strade infinite di un inestricabile labirinto, cerchiamo di non farvi perdere il filo delle vostre decisioni: scegliete voi come proseguire e, soprattutto, non fermatevi al primo risultato.